Anticalcare per lavatrice: come realizzarlo in casa e come utilizzarlo

Anticalcare per lavatrice: come realizzarlo in casa e come utilizzarlo

Un uso scorretto costante della lavatrice, può col tempo sporcare l’interno dell’apparecchio, che in questo modo perde efficacia nel lavaggio degli indumenti. L’accumulo di sporco nel filtro, i resti di detersivo, il calcare dell’acqua e l’umidità che si crea nel cestello, favoriscono la crescita di microrganismi, tutti questi fattori rendono necessaria la pulizia interna della lavatrice di tanto in tanto.

Inoltre occorre pensare ai danni che può creare un acqua dura. cioè che contiene molto calcio. Quali problemi può causare il frequente utilizzo dell’acqua dura?

I depositi minerali sono formati da reazioni ioniche che provocano la formazione di un precipitato insolubile. Questo precipitato, noto come calcare, copre i contenitori in cui viene riscaldata l’acqua, producendo depositi minerali. Anche se prodotte in piccole quantità queste, a lungo andare intasano le tubazioni e può essere frustrante, una volta che questo si è formato, cercare di ripulirle.

Senza considerare l’aspetto economico, che questi depositi che si accumulano, producono oltre a ridurre l’efficienza del trasferimento di calore. Di fatto il costo dell’efficienza del trasferimento di calore può avere un effetto significativo sulla vostra bolletta energetica!

Inoltre il calcare può accumularsi anche all’interno di elettrodomestici, come la lavatrice e nei tubi dell’acqua. Poiché il calcare si accumula, il flusso d’acqua è ostacolato e, di conseguenza, le parti dell’apparecchio e le tubazioni devono essere sostituite più spesso di quanto si desideri.

Certo l’ideale sarebbe utilizzare dell’acqua non contenente calcio, ma non sempre è possibile e si deve utilizzare l’acqua comunale che può essere più o meno ricca di calcio.

Tuttavia se non si vogliono utilizzare prodotti chimici, che oltre ad essere costosi, sono dannosi per l’ambiente, possiamo cercare delle ricette casalinghe per la realizzazione di un anticalcare fai da te naturale, ma prima verifichiamo in quali casi  possono essere impiegati.

Anticalcare lavatrice fai da te: utilizzi

Per quanto gli odierni detersivi contengano ingredienti per ridurre la durezza dell’acqua, una buona regola a cui attenersi è “usare la giusta quantità di detersivo e non eccedere”.

Per evitare che il calcare depositandosi danneggi la lavatrice, la manutenzione  di quest’ultima è importante non solo per limitare il consumo di energia, ma anche  per preservare il bucato.

Per liberarci del calcare che si forma all’interno della nostra lavatrice, possiamo preparare una soluzione utilizzando della paraffina solida che avremo disciolto con dell’acqua distillata. A questa sospensione aggiungeremo del bicarbonato di sodio e del succo di limone.

Il liquido ottenuto dalla miscelazione degli ingredienti andrà poi versato nella vaschetta del detersivo. Eseguita una fase di lavaggio occorre avviare la centrifuga per almeno 20 minuti. Grazie alla viscosità della paraffina otterremo un effetto anticalcare.

Le soluzioni da usare quando siamo in presenza di  un’acqua  molto dura solitamente prevedono l’uso di: bicarbonato,  sale e aceto. Un modo per evitare che il calcare danneggi la lavatrice, consiste nell’avere una costante manutenzione  della lavatrice. In questo caso, un buon sistema consiste nel svuotare il cestello e nel  collocare il programma di lavaggio nella posizione di risciacquo, dopo aver riempito la vasca del detersivo con dell’aceto bianco alla temperatura  di 60°.

Se invece preferite utilizzare l’acido citrico dovrete versare 100 ml di  acido citrico al 15-20% al posto dell’ammorbidente, renderete morbidi i capi e avrete decalcificato l’acqua.

Ma l’aceto e il limone, in quanto acidi, non devono essere utilizzati abbinati ai detersivi, perché questi sono basici. Vanno invece inseriti con l’ultimo risciacquo. Possiamo dunque decalcificare la nostra lavatrice con soluzioni naturali ed ecologiche che non inquineranno l’ambiente!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here