Aspirapolvere senza fili: che cos’è, come funziona e quali sono i miglior modelli

Aspirapolvere senza fili: che cos'è, come funziona e quali sono i miglior modelli

Risultante essere una scopa elettrica che non presenta fili nè sacco per la raccolta della polvere, è l’aspirapolvere senza fili. Quest’ultima risulta essere un elettrodomestico leggero, seppur preponderante, che opera mediante batterie ricaricabili.

Che cos’è l’aspirapolvere senza fili?

Risultano essere dispositivi alquanto vantaggiosi in quanto nel corso della pulitura ovviano il disturbo contiguo di avere il filo della medesima sempre al centro del proprio passaggio comportando pericolo.

Ciò permette di ovviare la contiguità di avere preoccupazioni per quanto concerne l’attacco e lo stacco della spina durante il passaggio in varie stanze della casa in quanto, la stessa risulta essere ricaricata mediante batterie.

Risulta alquanto efficiente specialmente per coloro che presentano un’abitazione con più piani in quanto la leggerezza e la mancanza di fili incentiva l’agevolato spostamento. Dettagliatamente, i vantaggi e svantaggi dell’aspirapolvere risultano essere:

  • praticità
  • mancanza di fili
  • batteria ricaricabile
  • mancanza di sacco
  • leggerezza

Svantaggi invece risultano essere:

  • tempistica di uso delimitata
  • vigore di aspirazione ridotto
  • capienza inferiore

Esemplificata da muovere, presenta un uso maggiormente veloce a differenza della scopa normale in quanto rende maggiormente velocizzata la pulitura, specie per quanto concerne la rimozione delle briciole di pane nella cucina, in quanto ovvia lo srotolamento del filo, l’apporlo all’interno della presa elettrica e lo stoccaggio dalla stessa.

Naturalmente dato che presenza una durata limitata, risulta opportuno e tenere a mente la ricarica finale. Risultanti essere dei componenti essenziali in quanto mantengono il 75% della polvere inalata, riducendo la fuoriuscita nella casa e salvaguardando le zone meccanizzate della stessa, risultano essere i filtri.

Quelli maggiormente eccellenti, risultano essere quelli HEPA e tendono  ad essere suddivisi in 5 gruppi. Il filtro HEPA risulta essere un filtro di aria costituito da un complesso di strati in microfibra aventi una grossa funzionalità di filtraggio. Risulta essere essenziale all’interno dell’aspirapolvere in quanto l’aria che circola mediante lo stesso, tende ad uscire.

La polvere e la sporcizia tendono ad essere contenuti all’interno del serbatoio e in caso di mancata cattura da parte del filtro, tendono ad essere immessi all’interno dell’ambiente.

Come funziona l’Aspirapolvere senza fili

L’aspirapolvere senza filo, data la leggerezza e la mancanza di fili, risulta raccomandata nelle zone di casa laddove bisogna cambiare contiguamente la posizione al fine di pulire ed ordinare ciascun ambiente di casa.

Un eccellente scelta per coloro che presentano un’abitazione disposta su un maggior numero di piani, è l’aspirapolvere senza filo che permette di rendere maggiormente esemplificato il movimento fra i differenti piani ovviando la perdita di tempo e la paura di cadere nel filo. Risulta adoperabile nelle abitazione grosse oppure di ridotte dimensioni, sebbene fattore essenziale risulta essere il controllo della primaria ricarica in quanto risulta possibile incorrere nella mancata conclusione della pulitura.

Per tale motivazione, tende a non essere raccomandato per la pulitura a fondo all’interno di un’abitazione eccessivamente grossa oppure avente molteplici stanze. In aggiunta, nel caso in cui si abbia un’abitazione ricolma di mobili e differenti decorazioni, risulta possibile entrare nel spazi fra una ed un’altra mediante la conformazione dalle ridotte dimensioni. Tuttavia, è opportuno affermare che vi sono differenti tipi di aspirapolvere che vanno dal basso costo a quelle maggiormente costose.

La selezione varia a seconda dell’uso che si vuole fare della stessa. Risulta difatti possibile rintracciare sul mercato aspirapolvere senza fili al costo di 100€ così come aspirapolveri senza filo al costo di 400€. Un’aspirapolvere senza fili tende ad essere caricata mediante batteria a ioni di litio, dunque risulta avere un efficiente autonomia e un vigore idoneo, ovviando la perdita dell’efficienza col decorso temporale. Ulteriore tipologia di batteria risulta essere quella a base di nichel sebbene col decorso temporale comporta la carenza di efficienza.

Per quanto concerne la ricarica, il tutto varia a seconda del prezzo di acquisto e del vigore. Pertanto, un dispositivo senza filo dal ridotto costo presenterà una durata di 25 minuti contrariamente ad un’aspirapolvere dall’elevato costo, la quale raggiunge anche 1 ora di autonomia. La tempistica della batteria risulta differente a seconda del lasso temporale di cui necessita la ricarica. Codesto quoziente varia a seconda della portata dell’aspirapolvere. Le batterie a litio hanno una tempistica di ricarica pari alle 6 ore, sebbene risulti opportuno ricordare di posarle in ricarica per all’ incirca 10 ore.

Ulteriore fattore riguarda la tipologia di caricabatterie, in quanto molti sono costituiti da un basamento di appoggio all’interno del quale risulta possibile agglomerare la scopa elettrica oppure l’apparecchio che si attacca alla parete.

Quali sono i miglior modelli di aspirapolvere senza fili

A prescindere dalla praticità e dall’estetica dell’aspirapolvere senza filo, risulta possibile rintracciare sul mercato apparecchi tradizionali aventi filo e sacco, dal costo similare alle aspirapolveri senza filo, seppur maggiormente efficienti.

In codesta situazione, il prezzo varia a seconda della funzione e della quantità. Difatti, ciascuna aspirapolvere vanta di peculiarità particolari che diversificano le tipologie e le effettuazioni della selezione.

Al fine di comprendere che tipo selezionare, risulta opportuno tenere a mente fattori tecnici che risultano differenti a seconda della tipologia:

  • vigore
  • metodiche di ricarica
  • tempistica di ricarica
  • uso

Al di là di codeste tecniche, risulta opportuno prendere in considerazione l’estetica e gli accessori che fanno parte della scopa elettrica. Soprattutto:

  • struttura
  • accessori
  • serbatoio
  • filtro

Il vigore dell’aspirapolvere va in base agli air watt, e risulta coeso al flusso dell’aria e al vigore esercitato ed adoperato dall’aspirapolvere, sebbene risulti possibile rintracciare ulteriormente le tipologie in Volt. Spesso va da 14 V a 32 V, anche se qualsiasi tipologia presenta il vigore all’interno della scheda tecnica. Al fine di scegliere quella migliore, è bene pensare all’utilità che si vuole fare.

Nel caso in cui si voglia usare la scopa elettrica soltanto sulla pavimentazione levigata oppure superficialmente al parquet, risulta bastevole prediligere un’aspirapolvere con vigore ridotto. Contrariamente, se si ha bisogno di una scopa per la pulitura della moquette oppure dei tappeti, si consiglia di prediligere un’aspirapolvere maggiormente preponderante.

Dyson V7 Animal Pro Aspirapolvere 100Watt

Codesta aspirapolvere risulta rientrare fra le tipologie maggiormente potenti e performanti.

Risulta ideata al fine di soddisfare i soggetti che hanno animali nella propria abitazione e dunque necessitano di pulitura contigua a seguito dei peli che volano, sebbene risulti essere efficiente al fine di conservare la pulitura e ordinare i tappeti.

Codesta tipologia risulta essere ricaricata mediante batteria al Nichel-Cobalto-Manganese al fine di conferire sino a 30 minuti di inalazione contigua.

Rowenta air force extreme silence

Codest’aspirapolvere ergonomica e alquanto silenziata, vanta di una batteria agli ioni di litio.

La ricarica permette un utilizzo pari a 55 minuti con un ciclo di ricarica pari a 6 ore.

Il costo non supera i 189,99€.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here