Bracciale anti zanzare: che cos’è, come funziona e qual è il migliore

Bracciale anti zanzare: che cos'è, come funziona e qual è il migliore

Ci viene sovente da chiederci se davvero i bracciali anti-zanzare siano sicuri per la nostra salute. Ebbene, stando ad alcune ricerche francesi di Que Choisir, questi ha rivelato che non solo sono inefficaci, ma che addirittura possono rappresentare un potenziale pericolo per neonati e bambini.

Oltre ciò, i bracciali anti-zanzare vengono sovente venduti in quanto sostituti per repellenti, e tra questi alcuni hanno dimostrato essere davvero efficienti. Ritornando al discorso precedente però, sono stati registrai anche alcuni episodi di avvelenamento ai danni di soggetti piccoli, generati dalle capsule agli oli essenziali o dalle piastrine.

Indice Pagina

Che cos’è il bracciale anti-zanzare?

bracciali anti-zanzare rappresentano ad oggi una delle valide alternative ai repellenti, e vengono sempre più scelti da coloro che vogliono difendersi in maniera continua dai morsi delle zanzare, evitando per l’appunto, di avere sempre con sé spray e sostanze chimiche a contatto con la cute.

Molti di questi vengono prodotti appositamente con sostanze atossiche, per cui ideali anche per bambini donne in fase di gestazione. Per tutti coloro che passano tantissimo tempo all’aria aperta o fuori casa, soprattutto in estate, rappresentano ad oggi la soluzione più indicata. Questi oggetti contengono al loro interno differenti sostanze attive, le quali vanno a diffondersi in maniera lenta nell’aria, così da tenere lontane le zanzare e difenderne il portatore.

Come funzionano i bracciali anti-zanzare?

Ad oggi, in commercio, sono sempre più le soluzioni anti-zanzare, e tra questi fanno capolino proprio i bracciali, in quanto sostituti numero 1 dei comuni repellenti. Ma non finisce qua, perché di questi bracciali anti-zanzare è possibile trovarne diverse tipologie, ognuno con funzioni differenti.

Uno dei primi esempi è il bracciale ad ultrasuoni, il quale emette delle onde sonore ad ultrasuoni, che vanno ad infastidire gli animaletti in questioni, generandone un allontanamento.

Ulteriore esempio può essere quello dei bracciali anti-zanzare in silicone elastico, i quali vanno indossati come comuni bracciali, e la loro caratteristica principale è quella di contenere degli ingredienti naturali come olio essenziale di citronella, eucalipto, limone od altri, che vengono rilasciati lentamente nell’ambiente. Questi possono essere utilizzati anche dai più piccoli, e di solito hanno validità di 3 anni.

Ultimo, ma non per efficacia, è l’esempio del bracciali anti-zanzare elettronico, che può essere adoperato anche in quanto portachiavi da appendere ad accessori come zaino, cappelli o passeggini. E’ inodore e non tossico, e sfrutta il principio attivo DEET. Questo funziona simulando il rumore delle ali di zanzara maschio, così da tenere lontane le femmine. Può essere sempre usato, ovviamente mettendo di volta in volta le batterie.

Qual è il migliore bracciale anti-zanzare?

Sono stati molti i prodotti provati, i quali hanno dimostrato particolare efficacia contro le zanzare. Stando ai risultati ottenuti, tra i migliori bracciali ritroviamo quelli con repellenti a base di:

  • Dietiltoluamide, DEET, quale composto introdotto dalle armate americane in Vietnam per difendersi proprio dalle zanzare. La concentrazione di prodotto può variare dal 7 al 35%, per cui, bambini e soggetti con pelle delicata dovrebbero scegliere quelli a concentrazione minore, in quanto può generare arrossamenti, irritazioni od intolleranze.
  • Icaridina, quale composto risulta essere meno efficace del precedente ma sicuramente più sicuro. E’ una sostanza che la cute non assorbe facilmente, e dura fino a 10 ore. Per i bambini sono consigliate concentrazioni non superiori al 10%, mentre per gli adulti del 20%.

Ulteriori bracciali i quali hanno dimostrato grande efficace contro le zanzare, sono stati quelli a base di olio essenziale di:

  • lavanda
  • limone
  • citronella
  • geranio
  • menta
  • eucalipto
  • tea tree oil.

Si tratta di odori che vanno a generare elevato fastidio alle zanzare, al punto tale da stordirle e quindi neutralizzarle. In stato confusionale, infatti, gli insettini non saranno più capaci di attaccare la pelle umana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here