Capelli del neonato: come si lavano e asciugano i capelli ai neonati

Capelli del neonato: come si lavano e asciugano i capelli ai neonati

Non avete mai lavato i capelli di un bambino prima d’ora? Niente di complicato! Ecco una breve guida pratica per spiegare come procedere, a cosa prestare attenzione e a quali prodotti utilizzare!

Dopo 9 mesi nella pancia della mamma, il bebè vede l’acqua come un elemento naturale, in cui muoversi liberamente, questo fa si che i piccolissimi adorino fare il bagnetto!

Qualunque sia la lunghezza dei capelli del vostro piccolo, la cosa più importante è usare uno shampoo molto delicato, che non danneggia il cuoio capelluto, quindi scegliete una formula speciale per bambini.

Come lavare ed asciugare i capelli di un neonato

Per lavarle bene i capelli occorre:

  • innanzitutto bagnargli bene la testa;
  • applicare lo shampoo sulle mani e fare un po’ di schiuma;
  • massaggiare delicatamente il cranio del vostro bebè, facendo attenzione alla fontanella, non dovete esercitare alcuna pressione;
  • risciacquare con cura, prendendo il tempo necessario per rimuovere gli eventuali residui di shampoo con acqua non troppo calda. Una buona idea è prendere un contenitore per versare delicatamente  l’acqua sulla testa del bambino.

Se capita che si formano dei nodi, cercate di districare i capelli nell’acqua, questo vi permetterà di pettinarli senza dover tirare. Evitare il balsamo per adulti e preferire le formule per i bambini, come i prodotti biologici.

Alcuni bambini non gradiscono molto farsi lavare i capelli, in special modo nei primi mesi, per tranquillizzarli  occorre evitare i gesti bruschi ed essere comunque delicati per non incutere in loro la paura dell’acqua sul viso.

Una volta che il bambino ha terminato il bagnetto, asciuga delicatamente la testa del piccolo, con un asciugamano morbido, senza strofinare, è ancora un neonato! Se hai paura che il tuo bambino prenda freddo in inverno, puoi usare un asciugacapelli: ce ne sono di specifici per il bambino molto piccolo, onde evitare ogni rischio di bruciarlo o spaventarlo con il suono di un asciugacapelli per adulti, che potrebbe impressionarlo un po’.

I capelli lunghi si sporcano più velocemente dei capelli corti: latte, rigurgito, sudorazione al collo, possono richiedere lavaggi più frequenti. Ma non occorre lavarli tutti i giorni, potresti rischiare di irritare il fragile cuoio capelluto del neonato. Due volte alla settimana di solito è bastante. Tra uno shampoo e l’altro, è sufficiente sciacquare le lunghezze al collo con acqua.

Un piccolo pettine o la spazzola a setole morbide (specifica per i neonati), sono ottimi per pettinare i pochi peli sulla testa del vostro bambino. Proprio così, è meglio scegliere una spazzola di seta naturale per i suoi piccoli capelli: morbida, rispetta la natura dei suoi capelli fini ed evita anche il rischio di lesioni al cuoio capelluto. Per facilitare l’operazione è possibile inumidire leggermente i capelli con un guanto o una spazzola: questo aiuterà a disciplinarli.

Non ha senso tagliare i capelli del vostro piccolo prima dei 6 mesi: i capelli di nascita del bambino probabilmente cadranno gradualmente per poi ricrescere e lasciare il posto ad un capello più denso e meno fine, ma soprattutto forse diverso, sia nel colore che nella robustezza, rispetto ai capelli con cui è nato. Si può al massimo “pareggiare” un po’ il suo taglio se alcuni peli sono più lunghi e ribelli, per questo, utilizzare un paio di forbici a punta rotonda, meno pericolosa perché  il bambino inizia a muoversi (il che è molto probabile). Altrimenti, è meglio aspettare fino a 1 anno e portare il tuo bebè da un parrucchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here