Chiama Angeli in gravidanza: che cos’è, quando indossarlo e storia

Sicuramente avrete già sentito parlare di questo gioiello: stiamo parlando del Chiama Angeli. Ma in realtà non è solo un gioiello per le donne in gravidanza… può essere un gioiello per tutte le donne e di tutte le età.

Che cos’è il Chiama Angeli?

Un ” Chiama Angeli” è una sfera metallica, tradizionalmente in rame, che emette un suono armonioso e delicato quando si muove. Una leggenda racconta come questo gioiello abbia la capacità di proteggere e promuovere il benessere di chi lo indossa.

Come indossare un  “Chiama Angeli”

Il modo più comune è quello di indossarlo come pendente, con una cordicella o una collana abbastanza lunga. Ma è possibile utilizzarlo anche come oggetto di protezione in casa. Ad esempio, può essere appeso alla porta d’ingresso della casa o al telaio della porta della camera da letto di un bambino. Così, aprendo e chiudendo la porta, il  “ Chiama Angeli” suonerà poco prima di lasciare il bambino nel suo letto, proteggendolo mentre dorme o proprio mentre esce di casa, lasciando che gli angeli proteggano il camino.

 

Ma nel caso di una donna incinta, Chiama Angeli protegge anche il nascituro nel grembo materno di sua madre. Affinché gli angeli arrivino direttamente a proteggere il nascituro nel grembo materno, è necessario avere una catena o una corda abbastanza lunga, tra gli 80 e i 115 cm, in modo che la corda arrivi direttamente all’altezza dell’utero.

Il suono di un ” Chiama Angeli” è armonioso e piacevole, come il suono di diverse campane, da qui l’altro nome dato a questo gioiello, la Campana degli Angeli.

La tradizione latino americana, ci dice che questo delicato suono chiama il nostro Angelo Custode, per dirgli che abbiamo ancora bisogno della sua presenza. Gli angeli custodi suonano così perché le campane trasmettono una vibrazione metallica e aggraziata. Sentendo questo suono morbido e delicato, gli angeli capiscono che chi li ama li sta chiamando e che ha bisogno di protezione.

La storia del “Chiama Angeli”

Per quanto grande sia la sua magia e il suo potere, molti si appropriano dell’origine del “Chiama Angeli” la cui tradizione è ancestrale.

Secondo le leggende celtiche, il suo meraviglioso utilizzo risale a tempi remoti, quando, lontano dagli occhi umani, elfi e angeli vivevano in comunione nei boschi, che erano molto apprezzati.

Tuttavia venne un giorno in cui gli elfi dovettero affrontare un grande pericolo e la loro comunità di vita con le creature alate dovette finire, ognuno di loro dovette ritirarsi da solo per assicurare la propria salvezza.

Gli angeli, nella loro immensa tristezza, hanno dato una sfera agli elfi, che emetteva un suono cristallino assolutamente divino. Questa sfera doveva essere usata per chiamarli, se necessario, perché erano gli unici che potevano sentirla a qualsiasi distanza.

Ogni elfo ha poi ricevuto la propria sfera, usata per chiamare uno specifico angelo custode perché nessuna produceva lo stesso suono. Nascono così i Chiama Angeli. Il patto tra gli elfi e gli angeli era che ogni Chiama Angeli era strettamente personale e non doveva mai essere condiviso.

Il Chiama Angeli è un magnifico dono da fare o da offrire alle persone a noi più care perché ad esso sono attribuite virtù di buona fortuna. Soprattutto, non dobbiamo dimenticare che è un gioiello che produce un suono delicato e molto piacevole, quasi magico. Così, quando la persona che lo indossa desidera una protezione o un aiuto speciale, deve scuoterlo delicatamente, facendo segretamente la sua richiesta al suo Angelo.

Ma, in ogni momento, il Chiama Angeli dà la sensazione di ricevere protezione, sostegno e amore, il  modo più appropriato di indossarlo è intorno al collo in modo che sia al livello del Chakra del Cuore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here