Come lavare e disinfettare l’abbigliamento sportivo a mano e in lavatrice

Come lavare e disinfettare l'abbigliamento sportivo a mano e in lavatrice

Imparare a lavare l’abbigliamento sportivo è essenziale affinché i vostri vestiti durino più a lungo e non perdano le loro caratteristiche speciali.

L’abbigliamento tecnico sportivo è diverso dal resto dei vostri vestiti. Li acquistate per le loro caratteristiche particolari e per la loro capacità di migliorare le vostre prestazioni sportive. Presumibilmente anche loro meritano una cura speciale.

I materiali con cui sono realizzati questi abiti sono per lo più sintetici, come il poliestere, la poliammide e l’elastan. Troviamo anche abiti realizzati con miscele di fibre sintetiche e naturali come il cotone.

L’abbigliamento sportivo è sempre più specializzato e viene prodotto secondo le caratteristiche specifiche di ogni disciplina. Tuttavia, un punto che hanno in comune è che sono fatti per un uso prolungato. Possono resistere a lavaggi continui, ma se si tiene conto delle loro particolarità durante la pulizia, dureranno ancora più a lungo.

Questa cura oltre a prolungare la loro vita, garantisce che non perderanno i trattamenti speciali che le fibre hanno. Così il giusto lavaggio farà in modo che mantengano più a lungo le loro caratteristiche, dandovi il comfort di cui avete bisogno.

Quando acquistate il vostro abbigliamento sportivo nei nostri negozi, controllate le istruzioni di lavaggio sulle etichette. Applicando anche queste raccomandazioni farete in modo che i vostri vestiti siano sempre puliti, senza macchie o odori sgradevoli.

Scegliere il detersivo giusto

Per proteggere il vostro abbigliamento sportivo, iniziate acquistando i prodotti giusti. Sono le caratteristiche che distinguono questi capi dal resto del vostro abbigliamento. I comuni detergenti, invece di pulirli a fondo, possono danneggiare le fibre o ridurne l’efficacia.

Cercate nel detersivo è che mantiene i vestiti puliti e restituisce loro la freschezza che avevano prima di usarli. Dovrebbe rimuovere macchie, odori e batteri senza danneggiare i tessuti.

Gli abiti tecnici hanno caratteristiche e struttura particolari che permettono di essere impermeabili, isolanti, filtranti i raggi UV o qualsiasi siano le loro proprietà. Il detersivo deve proteggere queste particolarità.

Se si utilizza un sapone normale, deve essere neutro, senza odori. Non usate ammorbidente per lavare i vestiti sportivi, in quanto potrebbe  logorare i tessuti e creare uno strato che influisce sulla capacità di assorbire il sudore. Invece di lasciare un profumo gradevole, lo renderà meno resistente ai cattivi odori.

Lavaggio a mano o in lavatrice?

È preferibile lavare i vestiti a mano, si risparmia energia e si prolunga la loro durata. Ma non sempre si avrà il tempo di farlo, quindi si può fare anche in lavatrice. In quest’ultimo caso, prendete le necessarie precauzioni. Utilizzate sempre il ciclo delicato.  Il tempo di lavaggio deve essere breve e l’acqua deve essere a bassa temperatura. Scegliete un ciclo di centrifugazione ad alta velocità in modo che l’asciugatura sia il più veloce possibile.

Meglio appendere i vestiti ad asciugare piuttosto che metterli nell’asciugatrice. Infatti, ci sono specifici capi di abbigliamento che dovrebbero essere tenuti lontani da queste macchine. Ad esempio, vestiti da ciclista, mute o berretti da piscina. Lasciate asciugare i vostri vestiti in modo naturale, senza che i raggi del sole colpiscano direttamente i tessuti.

Anche gli accessori come guanti e fasce da braccio non devono essere messi in lavatrice o nell’asciugatrice.

Lavare i vestiti dopo ogni sessione

In uno scenario ideale si dovrebbero lavare i vestiti subito dopo l’allenamento. Ma questo non è sempre possibile.

Se non potete lavare immediatamente i vostri vestiti, appendeteli ad asciugare.

Quando i vestiti hanno un odore molto forte, immergeteli in una soluzione fatta di acqua e aceto bianco. Anche il bicarbonato di sodio aiuta anche a neutralizzare gli odori. Lasciare i vestiti in questa miscela per diverse ore e poi applicare il lavaggio abituale.

È anche importante che non si mischi l’abbigliamento sportivo usato con altri vestiti, né nel portabiancheria sporca,  né nella lavatrice. Questo creerebbe il giusto ambiente per la crescita dei batteri.

Ogni capo ha bisogno di una cura speciale

Ogni pezzo è diverso e bisogna proteggere i tessuti a seconda di come sono fatti e della funzione che svolgono. Le magliette, i pantaloni o le gonne devono essere lavati in acqua fredda e appesi ad asciugare.

Anche se si potrebbe pensare che il calore dell’acqua e dell’asciugatrice contribuisca ad eliminare i batteri più velocemente, non è così. Al contrario, i tessuti assorbono i cattivi odori più velocemente.

Il calore dell’asciugatrice danneggia anche i componenti che rendono elastici i vestiti. Per questo motivo, i reggiseni sportivi devono essere asciugati naturalmente in modo che non perdano le loro proprietà.

Abbiate cura anche dei vostri calzini sportivi. Non utilizzare ammorbidenti o detersivi contenenti cloro, soprattutto se sono di lana, perché danneggiano il tessuto.

Nel caso delle tute in neoprene, devono essere risciacquate dopo l’uso per rimuovere lo sporco residuo. Mettetelo quindi in una miscela di acqua fresca e bicarbonato di sodio per 15 minuti e sciacquate di nuovo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here