Come pulire le fughe delle piastrelle con prodotti naturali e fai da te

Come pulire le fughe delle piastrelle con prodotti naturali e fai da te

Le piastrelle sono una superficie facile da lavare, questo è uno dei motivi per cui ci piacciono tanto! Ma quando si tratta di pulire  le loro fughe, non è più la stessa cosa: se una scopa è sufficiente per pulire il pavimento, è più difficile recuperare gli spazi bianchi ormai anneriti.

Rimedi per pulire le fughe delle piastrelle

Esistono diversi metodi e trucchi per pulire le fughe del pavimento, risparmiando fatica e sudore grazie a semplici rimedi naturali:

Bicarbonato di sodio

Per pulire le fughe delle piastrelle e rimuovere le macchie da esse, non è necessario utilizzare prodotti pesanti: esistono soluzioni naturali altrettanto efficaci della maggior parte dei prodotti domestici “convenzionali”. Come ad esempio il bicarbonato di sodio: economico ed ecologico, è noto per le sue proprietà sbiancanti, disinfettanti e detergenti.

Per sbarazzarsi di macchie sgradevoli sulle fughe di una piastrella, mescolare due cucchiai di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua, versare questa soluzione in un flacone spray e spruzzarlo su punti sporchi. Lasciare agire per 24 ore, poi strofinare e infine risciacquare con acqua pulita. Le fughe delle piastrelle brilleranno nuovamente!

Aceto bianco

Per pulire e decalcificare le fughe delle piastrelle, l’aceto bianco è un’altra stella tra i prodotti per la casa ecologici ed economici. Riempite un contenitore con aceto bianco e aggiungete un cucchiaio di detersivo per piatti.

Mescolate bene e immergete uno spazzolino nella soluzione, successivamente strofinate le fughe delle piastrelle con esso fino a quando le tracce scompaiono. Più sono sporche, più dovrete lasciare agire la miscela. Terminate sciacquando con acqua pulita e troverete le fughe delle piastrelle come nuove.

Se l’odore di aceto vi disturba, alla miscela è possibile aggiungere alcune gocce di olio essenziale (limone, lavanda, tea tree …).

Cristalli di soda

Per pulire le fughe delle piastrelle molto sporche (come ad esempio in cucina), i cristalli di soda sono molto efficaci. Detergenti, deodoranti e sono anche ideali per sgrassare. Per usarli, iniziate indossando i guanti, quindi mescolate un volume di cristalli di soda per 5 volumi di acqua. Prendete un vecchio spazzolino da denti e immergetelo regolarmente in questa miscela. Pulite e risciacquate.

Sulle fughe di piastrelle pieni di muffa, come può accadere in bagno, optate per il carbonato di sodio, una polvere che imbianca le superfici da pulire. E’ necessario diluirlo bene, mescolando una misura di carbonato di sodio con 9 volumi di acqua.

Fare attenzione a insistere sul risciacquo, perché questa sostanza è alquanto tenace.

Dentifricio

Se non avete cristalli di soda o altro in casa, sappiate che si possono pulire completamente le fughe delle piastrelle con il dentifricio. Grazie ai suoi agenti abrasivi e antimicrobici, è molto efficace nella pulizia e nello sbiancamento delle giunture. Armatevi di un vecchio spazzolino da denti per strofinare tra le piastrelle, lasciare in posa per 1 o 2 ore, poi risciacquare abbondantemente: le fughe delle vostre piastrelle, troveranno una seconda giovinezza!

Limone

Anche con il limone, lo sporco delle giunture non resiste! Occorre tagliate un limone a metà e immergetelo nel sale grosso, quindi strofinate le fughe delle piastrelle direttamente con i pezzi di limone. Lasciate agire per un’ora e poi risciacquate.

Acqua gassata

Versate l’acqua frizzante sulle fughe delle piastrelle, attendete dieci minuti, in seguito strofinate con un panno e risciacquate.

Se lo sporco è ostinato e anche con questi rimedi non va via, allora si necessita l’aiuto di prodotti chimici anche se risultano più aggressivi, o vi potete rivolgere a ditte specializzate che intervengono in modo più mirato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here