Come scegliere il Biberon adatto al neonato: consigli utili

Come scegliere il Biberon adatto al neonato: consigli utili

Per l’allattamento del vostro bambino, potreste perdervi nella ricerca del Biberon più adatto al neonato fra le diverse offerte sul mercato. In fatto di bottiglie, potreste trovarvi un po’ disorientati, specialmente se siete dei giovani genitori, di fronte a tutte le scelte da fare: vetro o plastica? Tettarella in caucciù o silicone? Valvola anticolica o…?

Come scegliere il Biberon adatto al neonato: vetro o plastica

La prima domanda che sorge quando si scelgono i biberon per il neonato, è se scegliere quello con il materiale in vetro oppure il biberon in plastica. Come scegliere senza commettere un errore? Imparando che ogni tipo di bottiglia ha i suoi vantaggi e svantaggi.

La bottiglia di vetro è isotermica, ovvero mantiene il latte ad una temperatura costante. Un altro argomento a vantaggio del biberon in vetro, è che rimane trasparente e non si graffia, anche dopo mesi di utilizzo. Tuttavia, è più pesante di una bottiglia di plastica, infatti risulta essere meno maneggevole per un bambino piccolo. Uno svantaggio è che il vetro che attualmente viene utilizzato per i biberon, se cade a terra si fa a pezzi.

La bottiglia di plastica, invece ha il vantaggio che oltre ad essere infrangibile è anche più maneggevole e leggera. Ma sfortunatamente i numerosi lavaggi, tendono ad alterare la trasparenza del biberon, e questo non è molto pratico quando si deve misurare con precisione la quantità di latte da dare al neonato. Fortunatamente, la tossicità che era stata associata alla presenza di bisfenolo nella plastica è scomparsa, grazie al divieto dell’uso di questo componente nelle bottiglie dal 2011.

Come scegliere il Biberon adatto al neonato: quale forma dovrebbe avere il biberon

La bottiglia cilindrica, è la più popolare fra tutti i biberon. Viene utilizzata nei reparti di maternità per il pratico collo largo. Questa tipologia di bottiglia, rende molto facile la preparazione del latte e allo stesso modo  è semplice da pulire.

Esiste un tipo di bottiglia angolato,  inclinato a 30° in modo che la tettarella sia sempre piena, questo limita il rischio di coliche e il rigurgito causato da un’eventuale presenza d’aria. Purtroppo, uno svantaggio di questa tipologia di biberon è che risulta più difficile da pulire.

Un’opzione interessante per i bambini più grandi è il biberon ergonomico, perché li aiuta a diventare più indipendenti grazie alla sua forma pratica, può essere tenuto in mano dai piccoli soprattutto se dotati di maniglie. Ma, anche questo tipo di bottiglia può essere complicato da lavare.

Come scegliere il Biberon adatto al neonato: quale ciuccio per la bottiglia

Per quando riguarda la tettarella dei biberon, ne esistono parecchie. E’ possibile optare tra le tettarelle in silicone, gomma o caucciù. Il primo di questi, oggigiorno è il più comune, perché il ciuccio in silicone è inodore e la sua trasparenza aiuta a regolare il flusso del latte, inoltre è resistente ai numerosi lavaggi.

Invece, il ciuccio in gomma è ideale se il bambino ha difficoltà a succhiare, perché è morbido. Inoltre, sarà necessario prendere in considerazione la forma dei capezzoli, molte marche offrono tettarelle che assomigliano alla forma del seno, per facilitare il passaggio dall’allattamento al seno a quello del biberon.

E’ bene anche sapere che in commercio esistono biberon con un sistema di ventilazione integrato, grazie al quale il latte fluisce naturalmente nella bocca del bambino, senza che lui si sforzi, molto utili in caso di pigrizia del neonato. Questo tipo di ventilazione limita l’ingestione d’aria in eccesso, permettendo una riduzione dei disturbi digestivi (gonfiore, rigurgito, coliche del neonato).

Come potete vedere, esistono molti criteri nel considerare la scelta del biberon giusto, quello che renderà felice il vostro bambino per molti mesi a venire!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here