Come scegliere il Cappotto in base alla forma fisica: consigli

Come scegliere il Cappotto in base alla forma fisica: consigli

In inverno è fondamentale investire in un cappotto. Ma quale scegliere tra tutti i modelli esistenti? Occorre sempre considerare la propria morfologia per scegliere la forma e la lunghezza del  cappotto. La ricerca del cappotto perfetto che ci calza come un guanto non è sempre un compito facile!

Per quanto riguarda i colori, evitare il nero, che non è sempre molto attraente per la carnagione pallida invernale, oppure se amate questo colore accessoriatelo con sciarpe colorate. Quando acquistate un cappotto optate per un colore neutro in lana, alpaca oppure, se i vostri mezzi lo permettono, in cashmere.

Indice Pagina

Quali forme, materiali o colori se hai una figura minuta o molto grande

Per principio, le donne piccole dovrebbero evitare i tagli troppo lunghi e preferire a questi il taglio a tre quarti. Le donne più alte, invece, dovrebbero indossare cappotti che diano un’impressione di generosità, quindi eviteranno tagli troppo vicini al corpo, così come chiusure con cerniera o bottoni al centro.

Quale cappotto acquistare per un aspetto rotondo o piccolo

Impunture visibili, abbottonatura centrale, cerniera e linee verticali sono le preferite dalle donne tonde, piccoli accorgimenti che servono per allungare la silhouette. Il principio delle spalline  sembra interessante, perché danno un lato quadrato allo sguardo, oltre ch attirare l’attenzione sulla parte superiore del corpo.

Anche le forme aperte che non sono troppo vicine al corpo, come i trench, si adattano molto bene.

Per le donne che sono principalmente più ampie di bacino, con una corporatura ad A, sono consigliati i cappotti trapezoidali, cioè più larghi in basso. Se si desidera un cappotto segnato in vita, meglio optare per uno a tubino, scelto tra colori sensuali come il bordeaux, il cammello, il nero o il blu scuro. Decisamente no, ai cappotti con le tasche sui fianchi e quelli  troppo imbottiti. Meglio scegliere soprabiti dai materiali più morbidi che scendano dolcemente sui fianchi, evitando colori come il panna o il rosa pastello…

Le donne con le spalle larghe e più squadrate, possono scegliere un cappotto dalla forma principalmente semplice, così da minimizzare le spalle larghe e dare più valore  ai fianchi. Il modello ideale  è quello a uovo, in voga nella  moda negli anni ’60,  perché crea curve dove queste non sono presenti.

Le donne dalla corporatura minuta, possono indossare quasi tutto, anche piumini e montgomery, che hanno il vantaggio di allargare le figure più sottili. A seconda della propria morfologia, si può anche giocare con i colori.

Quale cappotto può indossare chi ha una silhouette a V

Le forme del corpo a V, che devono esaltare i fianchi e le gambe sottili, opteranno più per cappotti che non sbilanciano la silhouette, come nel caso di un trapezio, peplo, dritto o taglio a palla.  L’ideale è un cappotto con la vita segnata che ingrandisce i fianchi. Perfetto in questo caso  il cappotto con la cintura in vita,  portato morbido sul seno, nei colori classici come nero, beige o rosso.

Siete fortunati se la vostra figura è a forma di X (clessidra)! Colorato o scuro, liscio o fantasia, trapezoidale, da principessa o curvo, con o senza cintura, tutti i cappotti vi si adatteranno.

Consigli per chi non può permettersi un cappotto ogni inverno e vuole aggiornare il proprio.

Oltre ad accessoriarvi il cappotto con guanti colorati e sciarpa, potete anche personalizzarlo. Perché non aggiungere una spilla, cambiare la lunghezza o addirittura cambiare i bottoni? Piccoli accorgimenti semplici che cambiano molte cose!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here