Metodo Montessori: che cos’è, vantaggi e svantaggi

Metodo Montessori: che cos'è, vantaggi e svantaggi

Il Metodo Montessori risulta essere una specie di insegnamento, il quale si basa principalmente su 5 aree importanti per lo sviluppo dell’infante:

  1. 5 sensi
  2. matematica
  3. cultura
  4. lingua
  5. vita pratica.

Il punto vincente di questa educazione, a dispetto di quella ortodossa, è sicuramente il fatto che si va ad adattare alle peculiarità dell’infante, generando delle preferenze all’interno del suo apprendimento, basandosi principalmente su capacità ed interessi.

Indice Pagina

Che cos’è il Metodo Montessori?

Il Metodo Montessori nasce nel XX secolo ad opera della dottoressa Maria Montessori, e si tratta di una metodologia per educare i bambini, la quale prevede un insegnamento dove i bambini possono praticare attività dirette da loro, i bambini di differenti età possono stare all’interno delle medesime aule sotto stretto incoraggiamento dei docenti per la loro indipendenza. 

La Montessori pensava che i bambini apprendessero meglio nel momento in cui andavano a prediligere ciò che volessero imparare, e la medesima filosofia la si può tutt’ora ritrovare all’interno delle scuole Montessori. Aule che adottano questa metodologia differiscono di gran lunga da quelle comuni, in quanto posseggono:

  • differenti postazioni, dove i bambini prediligono l’area in cui giocare in giornata,
  • sistema di classificazione differente,
  • docenti in movimento per le aule, privi dunque della comune postazione dinanzi alla lavagna,
  • approccio sullo studente, ricercando uno sviluppo nella società, che sia anche intellettuale, fisico ed emotivo.

C’è da dire però che, così come accade per qualsiasi altro metodo educazionale, anche in questo, docenti e genitori possono riscontrare un grande impegno, per cui anche questo possiede sia delle cose a favore che a sfavore.

Vantaggi del Metodo Montessori

Parlando con qualsiasi docente o genitore che ha prediletto il Metodo Montessori a quello comune, sicuramente vi avrà esposto tutti quelli che sono i benefici per il bambino, primo fra tutti l’apprendimento in maniera indipendente e pratica. Appena si entra in una classe montessoriana, si noterà subito l’estetica, in quanto si presenteranno ben illuminate e spaziose.

Questo fatto risulta fondamentale per l’insegnamento, in quanto bisogna ricreare uno spazio accessibile che possa permettere all’infante di orientare il personale apprendimento. Qui i bambini hanno a loro disposizione non solo le lezioni ma anche attività e materiali utili a sviluppare le loro abilità.

Ulteriore punto a favore risiede nel fatto che bambini di età diverse stiano nello stesso spazio, così da migliorare non solo interazione socialità, ma anche dare maggiore incoraggiamento all’apprendimento, a differenza di ciò che accade nelle aule con la medesima fascia d’età. Questo raggruppamento consente ai bambini di imparare qualcosa l’uno dall’altro, sentendosi al contempo maggiormente accettati ed inclusi.

La maggior parte di coloro che sostengono il Metodo Montessori, lo ritengono importante per ottenere delle specifiche competenze. Visto che i bambini si gestiscono per lo più da soli, essi hanno maggiori possibilità di divenire indipendenti, sviluppando maggiore fiducia nelle proprie capacità, in tempo sicuramente minore del comune. All’origine di tutto c’è di sicuro la promozione dell’amore per l’apprendimento. 

Una volta assunto, questo beneficio durerà per tutta la vita, aiutando il bambino durante la sua vita e dunque nella carriera, nella formazione professionale, nonché nella vita lavorativa. Maria Montessori, nello sviluppo del suo metodo, ha messo al primo posto bambini aventi differenti esigenze. Viste le aule miste e la presenza del medesimo docente per più anni, i bambini avevano la possibilità di apprendere e stare al passo con i coetanei, però con meno pressione addosso.

Svantaggi del Metodo Montessori

Abbiamo appena visto tutti quelli che sono i vantaggi del Metodo Montessori, ma ciò non toglie che ad accompagnarlo possano esservi degli svantaggi. E’ infatti importante considerare il fatto che affianco a questi fattori positivi possano venire a crearsi delle problematiche, tra cui:

  • Prezzo, in quanto stiamo ovviamente parlando di scuole private, e tutti sappiamo che non sono propriamente economiche. L’acquisto di materiali di alta qualità e l’offerta ad una formazione più approfondita e specifica per le abilità del bambino hanno sicuramente un costa, ma possiamo però dire che sono soldi ben spesi.
  • Non di facile accesso, in quanto coloro che entrano in queste scuole sono sicuramente dei privilegiati. Non appartiene questo punto alla visione della Montessori, è però una regola, visto che tutti i programmi sono privati e vengono ammessi soltanto coloro che possono pagare di volta in volta le tasse scolastiche. 
  • Curriculum non valido per tutti, visto che sta al docente far in modo che tutti i bambini procedano di pari passo. Il dare e avere può avere dei frutti, ma al contempo possono venire a crearsi degli spazi per bimbini in difficoltà. Questo vuol dire che sviluppando un’abilità tralasciandone un’altra può andare a compromettere la carriera futura dell’infante.
  • Indipendenza che può creare problemi, visto che le attività autogestite possono andare sia a favore del bambino, ma allo stesso tempo possono comprometterne la facoltà di lavorare in gruppo o perlomeno al di sotto di un’autorità.
  • Le aule spaziose possono intimidire i bambini, andandone a compromettere la sicurezza, l’ordine e la routine. Succede infatti che le aule piccole delle comuni scuole possono esser viste sì come una prigione, ma allo stesso tempo donare allo studente maggiore conforto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here