Panni Cattura polvere: cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori

Panni Cattura polvere: cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori

panni cattura polvere vengono costantemente utilizzati in tutte le abitazioni, e talvolta munirsi di quelli usa-e-getta non può fare altro che provocare un eccedere dei rifiuti, anche se nei numerosi spot pubblicitari non si fa altro che convincere che quelli siano la scelta giusta.

Ma niente paura, perché per combattere la polvere che si accumula su mobili e pavimenti è possibile usare delle soluzioni fai-da-te alternative ma al contempo molto funzionali, e fra poco andremo a vedere quali.

Indice Pagina

Cosa sono e come funzionano i panni cattura polvere

La pulizia della casa è fondamentale, e qualche volta può succedere che non si pensi in maniera adeguata all’impatto sull’ambiente, andando a prediligere prodotti chimici detergenti che possono inquinare, dimenticandoci che esistono anche molte metodologie ecologiche naturali. 

Ad accompagnare i detergenti però troviamo anche gli strumenti da usare, e di certo quelli usa-e-getta non sono i più raccomandati, in quanto non fanno altro che incrementare l’accumulo dei rifiuti. Tra questi figurano sicuramente i panni elettrostatici, usati in sostituzione dell’aspirapolvere ma che, una volta adoperati, non possono fare altro che finire nella pattumiera.

Ebbene, perché non provare a farne qualcuno fai-da-te, non solo praticissimo, ma anche pensato per aiutare l’ambiente, ed in più non costa nemmeno tanta fatica, ma soltanto pochi ingredienti, vediamo quali:

  • Un barattolo in vetro con chiusura ermetica
  • Pezzi di stoffa di cotone della misura preferita
  • 250 ml di acqua calda
  • 250 ml di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 1 limone

Procedimento:

  • Tagliare il limone e spremerlo fino ad estrarre tutto il succo, aiutandosi anche con uno spremiagrumi.
  • Tagliare la buccia del medesimo limone in pezzettini, ponendoli poi all’interno del barattolo.
  • Filtrare il succo e poi porlo nel barattolo, insieme ad acqua calda, aceto ed olio.
  • Porre infine la stoffa all’interno, chiudendo il barattolo e poi rovesciandolo, cosicché il liquido ricopra tutto lo strofinaccio.
  • Lasciare in questa posizione per circa 2 ore.
  • Stringere lo straccio eliminando i liquidi in più, per poi stenderlo e lasciarlo asciugare.

Una volta che questi stracci saranno asciutti, potranno essere usati per eliminare la polvere. Potranno poi essere usati più e più volte, semplicemente lavandoli in lavatrice e ripetere lo stesso procedimento appena enunciato.

Quali sono i migliori panni cattura polvere?

Come visto, i panni elettrostatici risultano essere sicuramente i panni cattura polvere più indicati per le pulizie domestiche, in quanto possono essere sì usati da soli, ma anche insieme a lavapavimenti a vapore tipo i Polti Moppy, in quanto veloci ed ecologici.

In alternativa si possono anche scegliere i panni E-Cloth, riutilizzabili e lavabili in lavatrice, e sempre molto efficaci, semplicemente abbinandoli all’uso di acqua. Ma quali sono gli ulteriori panni cattura polvere di cui ci si può servire quotidianamente?
Scopriamolo insieme!

Panni in microfibra

Sicuramente più indicati e resistenti a dispetto dei comuni panni cattura polvere usa-e-getta. Questi possono essere adoperati anni ed anni, e raramente si rovinano anche dopo essere stati lavati in lavatrice. Funzionano benissimo semplicemente andandoli ad inumidire in acqua, per poi passarli sulle varie superfici come mobili od addirittura pavimenti.

Calzini vecchi

Talvolta è bene non gettare i vecchi calzini, in quanto possono essere tranquillamente riciclati ed usati come panni cattura polvere, semplicemente inumidendoli e passandoli sulle superfici in questione. Tra i più indicati troviamo le calze da uomo, in quanto possono essere aggiunti direttamente ai supporti usati per le pulizie.

Asciugamani vecchi

Ulteriori panni cattura polvere possono essere i vecchi asciugamani inutilizzati, molto comodi non solo perché efficaci, ma anche perché possono essere riutilizzati più volte, o almeno fino a quando non si consumeranno del tutto.

T-shirt smesse

Se in casa si posseggono molte T-shirt smesse, o che almeno nessuno indossa più, bene, non buttatele ma riciclatele proprio come panni cattura polvere, estremamente efficaci nel loro scopo, prevalentemente per i pavimenti.

Panni lavorati a maglia

Laddove siate delle vere esperte nei lavori a maglia, ebbene nulla di meglio nel cimentarvi nella creazione di panni cattura polvere, servendovi di gomitoli di cotone che sono rimasti inutilizzati. Se invece non possedete particolari abilità nei lavori a maglia, sappiate che questi panni possono essere anche acquistati sia online che nei negozi, offrendo le medesime capacità di quelli fatti in casa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here