Pentole per cottura a induzione: cosa sono, come sceglierle e come si utilizzano

Pentole per cottura a induzione: cosa sono, come sceglierle e come si utilizzano

L’induzione è di moda! Precisa, potente, estetica ed efficiente dal punto di vista energetico è di facile manutenzione. Questa nuova generazione di piani cottura ha solo vantaggi, ma solo se si utilizzano le pentole e le padelle giuste.

In caso contrario, sarà bene acquistare un nuovo set di pentole! Come fai a sapere se i tuoi utensili da cucina sono adatti?

Indice Pagina

Pentole per cottura a induzione: come funziona

Occorre fare una distinzione importante, non si devono confondere il piano cottura in vetroceramica con quello a induzione. Anche se le due piastre sono simili tra loro, il loro funzionamento non è lo stesso. I piani cottura in vetroceramica sono l’equivalente dei piani cottura elettrici ma in versione moderna. I vecchi “tondi” in ghisa sono stati sostituiti da fuochi alogeni o radianti che si riscaldano sotto una lastra di vetro.

I piani a induzione, invece, riscaldano con un campo magnetico creato a contatto con un contenitore metallico (ad esempio un magnete).

Piani cottura in vetroceramica o a induzione: cosa fa la differenza?
La cucina a induzione può funzionare “solo” quando un utensile da cucina è a contatto con la pentola. Per verificare ciò, basta togliere la padella o la pentola dalla piastra, se smette di riscaldare sei dotato di un piano cottura a induzione. Mentre su un piano con cottura in ceramica, il piano continuerà a riscaldarsi.

Come scegliere pentole e padelle da cucina adatti all’induzione

L’induzione si basa su un principio magnetico, per cui è necessario utilizzare pentole adatte.

La maggior parte degli utensili da cucina che compongono i nostri mobili da cucina, ad eccezione di vetro, terracotta, rame, alluminio e alcuni acciai inossidabili, sono generalmente compatibili per l’induzione. Tuttavia, se dovete rinnovare la vostra serie di pentole e padelle, assicuratevi che soddisfino i seguenti criteri:

  • Controllare la presenza del simbolo dell’induzione sotto la pentola o la pentola. Un piccolo pittogramma a forma di molla indica che l’utensile da cucina è compatibile con i piani cottura a induzione.
  • Scegliete di acquistare pentole e padelle di qualità con il fondo spesso. In generale, i fondi spessi garantiscono la qualità perché consentono una diffusione ottimale e uniforme del calore. Nel caso di utilizzo su induzione, i fondi spessi preservano ogni rischio di deformazione. Con un fondo sottile, si avrà più difficoltà a controllare la cottura dei cibi. Ricordate che l’induzione è una potente fonte di calore! È quindi necessario dotarsi di utensili da cucina robusti e durevoli. Una padella deformata potrebbe non essere riconosciuta dalla piastra.
  • Sceglie il giusto diametro della tua pentola. Le vostre pentole o casseruole, devono misurare un diametro minimo per poter lavorare sul piatto a induzione. Alcune piastre ad induzione non riconoscono una pentola, anche se compatibile con l’induzione, se il suo diametro è troppo piccolo o troppo grande.

Tra i tanti materiali che caratterizzano le pentole per la cottura a induzione, la pentola in acciaio inox è forse la più utilizzata, garantisce un’ottima cottura  se possiede un triplo strato, il suo punto debole è che il calore è distribuito omogeneamente per la scarsa conducibilità termica. Il rischio è  che i cibi tendono ad attaccarsi sul fondo.

Per quanto le pentole per induzione in alluminio, abbiano una buona conducibilità termica  il cibo tende ad attaccarsi al fondo come per quelle in acciaio inox.

Tra gli svantaggi delle pentole a induzione di ghisa, che sono molto belle da vedere anche per il design, è il costo e anche la poca maneggevolezza dovuto all’eccessivo peso.

Come utilizzare le pentole ad induzione

Le pentole a induzione antiaderenti, potrebbero sembrare la scelta migliore, per non fare aderire i cibi al fondo. Spesso le padelle antiaderenti sono fatte in teflon, ma considerando  la possibile tossicità, meglio scegliere per quelle rivestite con materiali come: silverstone, greblon, xylan o cortan. Sono pentole e padelle  professionali, in cui viene garantita la lunga durata e con un perfetto rapporto qualità-prezzo.

Le pentole a induzione in ceramica, sono una perfetta variante a quelle con il rivestimento in teflon, la ceramica è perfetta per cucinare cibi ben cotti senza dover necessariamente utilizzare oli o grassi. Semplici da pulire, la superficie non viene corrosa dall’acidità di alcuni alimenti ed infine, sono anti-graffio, quindi adatti ad un tipo di cottura ad induzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here