Piano cottura a gas: che cos’è e come pulirlo in modo efficace

Piano cottura a gas: che cos’è e come pulirlo in modo efficace

Risultante essere il tipo di piano cottura maggiormente acquistato in commercio in quanto l’uso vanta di benefici da non ovviare, è il piano cottura a gas.

Che cos’è il piano cottura a gas?

Difatti, data la composizione contenente bruciatori, incentiva il controllo accurato dell’intensità della fiammella a seconda della tipologia di piatto da preparare.

Tuttavia, nel momento in cui i bruciatori si ingorgano con la sporcizia, il reflusso di gas non risulta defluibile in maniera giusta e dunque comporta la perdita dell’efficienza.

Fortunatamente risulta alquanto esemplificato da pulire, ovviando pertanto l’eventuale subentro di problematicità. A seconda delle aziende di produzione, vi sono differenti consigli in merito ai prodotti da usare, seppur ciò che serve risultano essere:

  • detersivo per piatti
  • panno di daino
  • graffetta per fogli
  • bicarbonato di sodio
  • spugna abrasiva e morbida

Come pulire il piano cottura a gas

Eliminare le griglie

I piani cottura a gas presentano delle griglie eliminabili che sono poste superficialmente ai bruciatori. Codeste devono essere rimosse e porle in ammollo per 10 minuti all’interno del lavandino con aggiunta di acqua e detersivo per poi procedere alla pulitura del piano a gas. Rimosse dall’acqua, con la spugna abrasiva, risulterà possibile agevolare l’eliminazione delle chiazze, successivamente al quale bisogna eliminarle rimuovendo il sapone in eccedenza.

Eliminare teste e dischi dei bruciatori

Molteplici bruciatori a gas presentano disco in ceramica che si elimina e che permette di proliferare la fiammella. Inferiormente a codesto disco risulta possibile evidenziare la testa del bruciatore posta superficialmente al tubo venturi dal quale esce il gas. Procedere nella rimozione ovviando il deterioramento dell’elettrodo di accensione e riporli all’interno di un contenitore contenente acqua tiepida e detersivo per circa 20 minuti.

Pulire la superficie del piano cottura

Successivamente allo svuotamento del piano cottura, bisogna continuare con la rimozione della rimanenza di alimenti e con la spugna morbica bagnata di acqua e detersivo sfregare la superficie. Nel caso in cui dovesse essere obbligatorio, replicare il procedimento al fine di accertarsi che qualsiasi chiazza sia eliminata. In aggiunta, nel caso in cui dovessero subentrare complessità nel lavaggio, miscelare acqua e bicarbonato ed utilizzare il panno di daino al fine di eliminare qualsiasi presenza di materiale sprigionato.

Pulire il pannello

Procedimento susseguente risulta coeso alla mondatura del pannello di controllo, adoperando un detergente per vetri al fine di eliminare l’unzione e i getti di olio. Porre superficialmente all’area il panno di daino inumidito all’interno dell’acqua tiepida e successivamente procedere all’inumidimento mediante utilizzo di panno asciutto.

Sfregare le teste e i dischi dei bruciatori

Rimuovere dall’involucro le teste e i dischi dei bruciatori, i quali erano antecedentemente posti in acqua e mediante utilizzo di una spugnetta avviare la procedura di pulitura. Nel caso in cui dovessero persiste incrostazioni all’interno dei buchi, fare utilizzo di una graffetta al fine di eliminarli. Si consiglia di ovviare la scavatura al fine di ovviare il deterioramento del metallo e dunque intaccare le funzioni. Per quanto concerne la sporcizia incrostata, produrre una pasta a base di acqua e bicarbonato e porla superficialmente ai bruciatori, strofinando mediante utilizzo di una spugnetta. Soltanto sulle zone aventi bruciature maggiormente ostinale, risulta possibile utilizzare una spugna abrasiva al fine di avere una pulitura totale.

Sciacquare le zone

Essenziale risulta essere il risciacquo di qualsiasi pezzo mediante utilizzo di acqua del rubinetto e asciugare mediante utilizzo di un panno di cotone. Aspettare pochi minuti all’aria antecedentemente al montaggio, al fine di ovviare che qualunque goccia si intrighi con il giusto avviamento dei bruciatori.

Assemblare le zone

A tal proposito il piano cottura si presenta lucente e risulta possibile congiungere i vari accessori correttamente. Porre le teste dei bruciatori, i dischi e le griglie sui vari fortini. Al fine di incrementare la sicurezza, si raccomanda di testare comprovando la colorazione della fiammella e il vigore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here