Piano di cottura a induzione, come si pulisce per evitare aloni, macchie e graffi

Piano di cottura a induzione, come si pulisce per evitare aloni, macchie e graffi

I piani di cottura a induzione sono così singolari e privi di fornelli. Il principio del funzionamento del piano a induzione si attiva riscaldando pentole e padelle senza che il piano venga riscaldato direttamente: per questo motivo la superficie non diventa mai rovente.

Questo non solo richiede utensili specifici, ma anche altri accorgimenti per poter funzionare correttamente. Anche se sono abbastanza semplici, se non ne avrete cura, potreste pentirvi di aver sostituito la vostra cucina tradizionale, con quel piano cottura a induzione che “sembrava” così bello quando l’avete visto in negozio. Ecco alcune linee guida di base per individuare e risolvere i principali problemi.

Se la padella non è ad induzione, non funzionerà mai.

Se la pentola non funziona, la prima cosa da fare è assicurarsi che sia davvero per induzione.  Sicuramente è scritto da qualche parte, i produttori di utensili da cucina amano metterlo sulla base,  il modo migliore per controllare è quello di mettere un magnete sulla base. Se rimane, allora per ora siete sulla buona strada. Ma se non è così, non c’è bisogno di controllare nient’altro, spiacenti dovrete comprarne un altra.

Pulire il piano cottura a induzione per evitare aloni, macchie e graffi

Oltre ad essere originale, il vostro piano cottura a induzione è delicato e può essere facilmente graffiato se non si fa la dovuta attenzione. Anche un po’ di sale può farlo, quindi rimuovete con cura gli alimenti che inevitabilmente cadranno su di esso. Questa cura lo manterrà integro per molti anni.

Dopo la cottura dei cibi, attendete che il piano si raffreddi un po’, successivamente strofinare in maniera delicata con un panno pulito e umido o con una spugna. Utilizzare sempre prodotti specifici per la pulizia dei piani cottura in vetroceramica o a induzione. Asciugate sempre il piano di cottura a induzione quando avete terminato l’operazione di pulizia.

E’ necessario ricordare: mai, mai, mai, adoperare prodotti o materiali abrasivi! In questo post troverete ulteriori suggerimenti per la pulizia e la manutenzione di piani cottura in ceramica e piani a induzione.

La sporcizia non è un problema serio, ma una cattiva manutenzione può portare a dover riparare il vostro piano di cottura a induzione. Quindi non esitare: pulirlo regolarmente.

Per una corretta pulizia, assicuratevi di non utilizzate prodotti che potrebbero danneggiarlo, come spugne metalliche o prodotti abrasivi. Effettuare una prima lavata con acqua e sapone liquido, utilizzando la spatola di un kit di pulizia in vetroceramica, questo potrà aiutarvi nel rimuovere i detriti appiccicosi, quindi avvaletevi di un panno umido per rimuovere questi primi resti.

In seguito, impiegate un detergente per una finitura lucida. Applicare, stendere e rimuovere il prodotto con un panno umido e un canovaccio da cucina pulito. Tutto questo sarà sufficiente! Il piano cottura a induzione e il piano cottura in ceramica saranno ora puliti e pronti a continuare la cottura. Per le macchie di calcare, bisogna utilizzare una crema studiata per la vetroceramica oppure una soluzione fatta in casa con aceto bianco diluito con acqua, al termine asciugare con un panno in microfibra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here