Salviette umidificate fatte in casa: cosa occorre per realizzarle

Salviette umidificate fatte in casa: cosa occorre per realizzarle

Molte delle salviette umidificate commerciali contengono sostanze chimiche che potrebbero risultare allergizzanti o  tossiche come: ftalati, parabeni o profumi, ma ancora più dannoso alla salute il Fenossietanolo, una sostanza capace di arrecare disturbi endocrini.

Volendo utilizzare ingredienti conosciuti e naturali, oltre che per risparmiare denaro o per il piacere di fare qualcosa da soli, possiamo fare le salviette umidificate  in casa, utili anche per i bambini. Non tutte le madri adottano gli stessi metodi, quando si tratta di lavare il sederino del loro bambino o di pulire loro le mani.

Per alcune, è meglio utilizzare le salviette asciutte e spruzzarle d’acqua prima di usarle sul bambino. Per altre, il trucco migliore è quello di utilizzare delle salviette umidificate pronte che si trovano nel negozio. Se questo è il vostro caso, create piccole quantità della miscela che volete impiegare, in modo che non abbia il tempo di asciugarsi.

Dovrete fare dei test, perché la durata della freschezza del prodotto, dipende da molte cose, ma in generale, le miscele tendono a diventare meno fresche dopo 4-5 giorni.

Se non vi piace l’idea di usare asciugamani di carta, non c’è nulla che vi impedisce di usare pezzi di microspugna, di lino o di cotone. Con le miscele che si possono preparare è possibile creare anche panni per il lavaggio. Poi semplicemente arrotolarli e conservarli in una scatola con coperchio.

E ‘meglio affrontare fin da subito il problema dei rash cutanei dovuti al pannolino, perché alcune ricette che elencheremo, contengono aceto e possono ulteriormente irritare il bambino.

Cosa occorre per realizzare le salviette umide in casa

La ricetta è semplice da preparare, occorre piegare i fogli di carta assorbente a metà o in quattro, a seconda del contenitore che avete, e sovrapponeteli, poi aggiungete una miscela di:

  • 1 ¼ tazza di acqua bollita
  • 1  cucchiaio di sapone di Marsiglia puro, liquido
  • 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci

In questo modo potrete ottenere delle salviette molto morbide che possono essere conservate fino a due settimane.

In quest’altra semplice ricetta, è possibile aggiungere se si desidera, una goccia di olio essenziale per aromatizzare. Ma non esagerate, non tutti gli oli sono adatti ai bambini. Ad esempio, è possibile aggiungere senza problemi alcune gocce di olio essenziale di: lavanda, rosa, camomilla o gelsomino.

La ricetta è semplice, basta mescolare gli ingredienti e aggiungere alla fine l’olio essenziale che vorrete.

  • ¼ di tazza di olio d’oliva
  • ½ tazza di sapone liquido o shampoo per bambini
  • 2 tazze d’acqua

Le salviette alla camomilla possono essere utilizzate anche per pulire i bambini durante il cambio del pannolino. Basta mescolare due tazze di camomilla, due gocce di olio di lavanda e un cucchiaino di sapone per bambini e immergervi le salviette.

Panni antimicotici

Per evitare le superinfezioni, non c’è niente come le salviette antimicotiche fatte in casa. Per prepararlo, avrete bisogno di diversi ingredienti. Immergere le salviette in un miscuglio di:

  • 1 cucchiaino di aceto bianco
  • 1 cucchiaino di olio oliva
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 5 gocce di olio di Tea Tree oil
  • ¼ tazza di olio di Aloe Vera
  • ½ tazza di acqua bollita

A causa dell’aceto, è meglio non usare queste salviette quando un bambino soffre già di rash da pannolino.

Se volete evitare l’aceto, e usare un prodotto che profuma di lavanda, potete provare quest’altra ricetta:

  • 1/8 tazza di olio d’oliva
  • 1 cucchiaino di shampoo per bambini
  • 1 goccia di olio essenziale dell’albero del tè
  • 3 gocce di olio di lavanda
  • 3 tazze di acqua precedentemente bollita e raffreddata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here