Significato dei Sogni: cosa sono, perché si sogna, psicoanalisi, incubi e interpretazioni

Significato dei Sogni: cosa sono, perché si sogna, psicoanalisi, incubi e interpretazioni

Comprendere il simboleggiamento dei sogni rientra fra gli interessi dell’uomo sin dall’antichità. Difatti, anticamente gli stessi erano ritenuti volontà degli dei di parlare con gli uomini, contrariamente al giorno d’oggi, i quali risultano coesi alla psiche.

Significato dei sogni: cosa sono?

Primario tentativo di parlare del simbolo dei sogni fu messo in atto dal padre della psicanalisi Sigmund Freud, il quale, durante il 1899 rese pubblico un libro dal titolo “L’interpretazione dei sogni“.

Sin da quel momento ad oggi, differenti psicanalisti e psicologi hanno cercato di rammentare differenti comprensioni che permettessero di dimostrare il motivo per il quale si sogna e il simboleggiamento coeso ad un similare evento.

Nel campo della psicoanalisi, le ricerche maggiormente proliferate in merito alla spiegazione del simboleggiamento dei sogni risultano coese a Freud e allo psicanalista e psichiatra svizzero Carl Gustav Jung. Ovviamente, non risultano manchevoli i significati dei sogni coesi a leggende metropolitane e pregiudizi del popolo i quali, ciò nonostante, non vengono considerate.

Letteralmente la parola sogno sta a significare “attività mentale che subentra nel corso del sonno”.

Codesta funzione risulta essere chiara e presentare una struttura narrativa lineare alle sensazioni visive e spesso presenta la compromissione dell’emozioni del soggetto. Pare che un soggetto abbia la capacità di sognare 2 ore ogni notte e che la tempistica del sogno vada dai 5 ai 25 minuti.

Anticamente, si pensava che i sogni riguardassero soltanto la fase REM, sebbene ricerche odierne hanno affermato che, realmente, risulta probabile sognare ugualmente durante la fase NREM. Ciò nonostante, i sogni svolti in fase REM tendono ad essere rimembrati maggiormente.

Perché si sogna?

Ogni soggetto sogna, sebbene non si sappia il motivo. Durante la fase di riavvio solitamente non si ha memoria di ciò che è accaduto nel sogno. All’interno dei sogni si tende ad essere la propria persona e svolgere quanto durante il quotidiano non si svolge, rapportandosi con coloro che non ci sono più.

Pare infatti che i sogni son desideri e probabilmente nel corso della giornata si porta il pensiero ad una persona contiguamente al punto tale che il sistema nervoso non vuole altro che ciò venga messo in atto. Vi sono differenti fattori in merito ai sogni. Una teoria afferma che “i sogni sono il risultato del nostro cervello che cerca di intraprendere gli stimoli esterni durante il sonno“.

Ad esempio, il rumore della radio risulta coeso all’interno del sogno. Una metafora afferma che la mente risulta coesa ad un computer similmente alla procedura di pulitura dell’Hard disk sul pc. La psiche tende a rimuovere il tutto il giorno susseguente. I sogni svolgono azione similare alla psicoterapia.

Il sognatore difatti svolge congiungimenti fra differenti sentimenti e concetti in zone che donano sicurezza. Il cervello, durante il sogno, elimina i ricordi. Il giorno susseguente allo studio, sarà possibile avere il ricordo di quanto è stato studiato nel caso in cui la notte sarà interamente dedicata all’assopimento e non ai libri.

Per tale motivazione, nel caso in cui si voglia tenere a mente il tutto, è opportuno che la dormita sia ottimale. Al di là dell’eliminazione e della scelta dei ricordi, il sistema nervoso, nel corso del sogno, risoluzione le problematicità. Il sogno difatti si presenta come il contraccolpo veritiero oppure similare di quanto intacca la psiche, la mancata sicurezza e il sentimento che lo stesso causa, comportando l’incubo.

Neppure Sigmund Freud all’interno del libro ha avuto la capacità di spiegare il sogno, sebbene il sonno e dunque il sogno non risulta affatto simboleggiare momento perduto.

Psicoanalisi

Tematica del simboleggiamento dei sogni nel campo della psicoanalisi risulta svolto da Sigmund Freud, il quale strutturò teorie specifiche in merito ai modi col quale codeste situazioni devono essere comprese.

Successivamente Freud, ulteriore psicanalista strutturò innovative teorie, presentando un modo di comprensione dell’interpretazione dei sogni alquanto diversa, ossia lo psicanalista e psicologo svizzero Carl Gustav Jung.

Secondo quanto affermato da Freud, i sogni si compongono per la compresenza di fattori non visibili che subentrano all’interno del sogno sotto forma di simboli e che sono inviati dall’inconscio. Ciò, a parere della psicanalisi, presenta desideri non tollerati e celati inerenti specialmente al rapporto sessuale e che il soggetto non manifesta in quanto non accettati.

Dettagliatamente, i fattori non visibili sono denominati celati, contrariamente ai fattori simbolici mediante il quale subentrano, i quali prendono il denominativo di fattori evidenti. Freud afferma che, l’evidenziazione del fattore celato del sogno accade soltanto se si studia e comprende quanto accade all’interno. Dunque, il fattore celato tende ad essere ritenuto il contenuto veritiero del sogno il quale tende ad essere omesso dall’Io e presentato in modo razionale mediante la formazione di quanto presente all’interno.

Il fattore celato, dunque, risulta essere quanto inviato dall’Inconscio, contrariamente al fattore evidente, che rappresenta quanto conscio e dunque strutturato e tenuto a mente da colui che sogna. Al di là di questo, al fine di capire il simbolo del sogno, risulta alquanto essenziale che il medesimo soggetto che sogna conferisca allo psicanalista le nozioni opportune e la leggibilità al fine di comprendere il fattore celato.

Contrariamente, ciò non risulta solitamente probabile e il medesimo Freud affermava che non in qualsiasi situazione risulta possibile comprendere il sogno in modo totale, in quanto spesso i simboli all’interno dello stesso vengono omessi.

Incubi

Differenti specialisti della psicologia affermano che gli incubi sono causa dell’impossibilità di tenere a basa condizioni veritiere alquanto soggette da ansia oppure costituiti da contrasti. Determinati soggetti ritengono di avere incubi contigui, coesi a lassi temporali alquanto difficoltosi della vita, contrariamente ad ulteriori che vedono l’incubo divenire un sogno benevolo. Ciò nonostante, il consulto specialistico risulta essere efficiente, in quanto, seppur passivo, risulta in qualsiasi situazione coeso al sogno.

Interpretazione

La redazione dell’interpretazione dei sogni devono essere svolte da specialisti, come lo psicanalista e lo psicologo. Naturalmente, la metodica di comprendimento dei sogni risulta differente a seconda della figura specialistica.

Nel caso in cui si scelga uno specialista freudiano, risulta alquanto possibile che lo stesso svolga le nozioni del padre della psicanalisi e lo stesso vale per chi segue le nozioni di Jung. Al di là di questo, molteplici psicanalisti hanno cercato di spiegare ed interpretare i sogni.

Tra le differenti teorie redatte, vi sono:

  • la teoria attraverso il quale il sogno risulterebbe essere una circostanza di vita vera all’interno del quale il soggetto risulta incastrato. In codesta situazione, il sogno tende ad essere ritenuto uno strumento che risulta essere ottimali al fine di risoluzionare la problematica, similmente al superamento di un impaccio di primo mattino, rivoluzionabile mediante l’intelletto
  • determinati studiosi della ricerca, affermano che il sogno opera azioni psichiche caratteristiche, quali la fermezza dei ricorsi e il regolamento dei sentimenti
  • teoria odierna, contrariamente, considera la situazione odierna all’interno del quale vi è la società un fattore che porta i soggetti a congiungersi ad ulteriori. Codesta nozione afferma che il sogno risulti essere l’esito della necessità della persona di volersi diversificare dagli altri

Al fine di permettere allo psicanalista e allo psicologo una giusta comprensione del sogno, risulta essenziale beneficiare di un’ottima funzione mnemonica in merito al sogno e specialmente risulta essenziale tenere a mente i sentimenti e le percezioni avute nel corso del sogno e successivamente al risveglio.

Ciò permetterà dunque di conferire allo psicologo/psicanalista fattori ottimali al fine di evidenziare la comprensione del sogno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here