Talloni dei piedi secchi: rimedi naturali per nutrirli e curarli

Talloni dei piedi secchi: rimedi naturali per nutrirli e curarli

È molto comune avere i piedi secchi, specialmente se non vengono curati regolarmente. A lungo andare, la secchezza può causare crepe e fessure dolorose, ma ci sono rimedi naturali e veloci per guarire i piedi in tutte le stagioni!

I piedi secchi e screpolati possono essere piuttosto scomodi e sgradevoli da avere. Purtroppo questo fenomeno colpisce le donne più degli uomini. Questo avviene a causa della frizione e della pressione esercitate ripetutamente sulla parte. Inoltre, indossare spesso  i tacchi e stare in piedi per un lungo periodo di tempo può causare l’essiccamento e l’ispessimento della pelle dei piedi.

Per rimediare a questo, alcune persone si rivolgono a creme per la cura della pelle dei piedi. Tuttavia, è possibile scegliere prodotti naturali che manterranno i piedi idratati a lungo.

Rimedi naturali e trattamenti dei piedi secchi e screpolati

Esfoliazione

Lo scrub pulisce la pelle e rimuove le vecchie cellule che si accumulano sulla superficie. Per fare uno scub naturale, occorre immergere i piedi in acqua calda per 30 minuti. Poi strofinare le zone ispessite (tacco e suole dei piedi) con la pietra pomice per eliminare la pelle morta. Dopo questa operazione, i piedi saranno morbidi e lisci.

Olio di cocco

L’olio di cocco è un rimedio naturale ed efficace per il trattamento dei piedi secchi. Questo olio idrata le zone secche dove la pelle è più spessa. L’olio di cocco, conosciuto anche per le sue proprietà antibatteriche e antimicotiche, quindi può essere efficace nel trattamento di infezioni fungine come il piede dell’atleta. Dopo aver esfoliato i piedi, applicare l’olio di cocco per idratarli.

Sale di Epsom

Il sale di Epsom è noto per i suoi benefici sulla pelle. È ricco di solfato di magnesio e favorisce il rilassamento muscolare. Immergete i piedi in acqua calda mescolata con un bicchiere di sale di Epsom, poi risciacquate con acqua tiepida.

Limone

Il succo di limone è un acido naturale che aiuta a liberarsi della pelle morta. Inoltre il limone rinfrescherà la pelle dei vostri piedi e darà loro un odore piacevole. Per fare questo, riempite una ciotola con acqua tiepida e aggiungete ½ bicchiere di succo di limone. Immergete i piedi nella miscela per 30 minuti, poi per completare fate uno scrub.

Aceto di sidro di mele

In una ciotola piena di acqua tiepida aggiungete qualche goccia di aceto di sidro. Il PH di quest’ultimo è approssimativamente simile a quello di una pelle sana, quindi è efficace contro la pelle irritata, con problemi di brufoli e eczema. È naturalmente ricco di acidi per liberarsi della pelle morta.

Poiché è molto comune avere i piedi secchi a lungo andare, la secchezza può causare crepe e fessure dolorose, ecco una crema naturale e veloce per guarire i piedi in tutte le stagioni.

Ingredienti e benefici della crema naturale

  • Burro di karité biologico (15 ml)
  • Olio di cocco biologico (15 ml)

Entrambi gli oli contengono acidi grassi essenziali. Il burro di karité contiene acido oleico, ideale per nutrire la pelle e rigenerare i calli. L’olio di cocco è ricco di acido laurico, efficace nel nutrire e rigenerare la pelle.

Per realizzare questa ricetta per la crema naturale per piedi secchi, avrete bisogno di una spatola o cucchiaio da tavola e una ciotola. Iniziate versando il burro di karité nella ciotola al quale poi aggiungere la stessa quantità di olio di cocco. Mescolate l’impasto fino ad ottenere una pasta omogenea. La crema è pronta per l’uso! Ora tutto quello che dovete fare è applicare questa crema fatta in casa direttamente sui vostri piedi massaggiandoli. Non si deve risciacquare, al contrario bisogna lasciare che la crema penetri nella pelle per idratarla.

Ripetete questo trattamento tutte le volte che è necessario, indipendentemente dalla stagione e preferendo sempre prodotti biologici, in modo che gli ingredienti utilizzati conservino tutte le loro proprietà naturali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here