Vaporiera Cinese: che cos’è, come si usa, come pulirla, tempi e indicazioni di cottura

Vaporiera Cinese: che cos’è, come si usa, come pulirla, tempi e indicazioni di cottura

Che cos’è la vaporiera di bamboo?

Risultanti essere dei peculiari elettrodomestici all’interno del quale risulta possibile sottoporre a cottura molteplici tipologie di alimenti, è la vaporiera in bamboo. Quest’ultima risulta appunto realizzata con materiale bamboo permettendo una cozione a vapore.

Le vaporiere in bamboo presentano la medesima finalità di ulteriori, difatti hanno lo scopo di sottoporre a cottura alimenti al vapore. Una cucina salutare e sprovvista di grassi ha portato molteplici soggetti a seguire un regime alimentare regolare, dunque molteplici risultano essere le persone che prediligono alimenti ricolmi di vitamine e sali minerali, con un ridotto apporto di grassi.

Per coloro che sono amanti della cucina e prediligono lo sperimentare una cottura inusuale e non molto adoperata, possono vantare della scoperta delle vaporiere in bamboo.

Come di usa?

L’utilizzo della vaporiera in bamboo non risulta essere alquanto differente rispetto ad ulteriori vaporiere.

Anzitutto è bene ricorrere all’utilizzo di una pentola e colmarla di acqua rovente, dunque portare ad ebollizione per pochi minuti, successivamente al quale bisogna porre i cestelli di bamboo superficialmente alla pentola.

Successivamente a codesto procedimento, chiudere la fiamma ed aspettare che gli alimenti all’interno subiscano cottura. Si raccomanda di fare uso di una pentola della medesima grandezza dei cestelli, così da permettere la giusta giuntura. Antecedentemente al posizionamento degli alimenti all’interno dei cestelli di bamboo, si consiglia di porre sulla base delle foglie di insalata o della carta da forno. Ciò permetterà la salvaguardia del legno. Gli alimenti non avranno bisogno di condimento antecedentemente alla cottura, dunque sarà possibile aggiungerlo successivamente.

Contrariamente all’uso della singolare acqua rovente, risulta possibile usare il brodo di carne oppure di verdure, così come l’acqua aromatizzata con spezie ed erbe. La profumazione che andrà a formarsi col vapore, conferirà maggior gusto agli alimenti.

Come pulirla?

Una raccomandazione per coloro che vogliono testare la vaporiera in bamboo è di acquistarla su Amazon.

La medesima manutenzione risulta essenziale. Al fine di lavare la vaporiera di bamboo risulta possibile utilizzare dell’esemplificata acqua, congiuntamente ad 1 cucchiaio di aceto, limone e bicarbonato di sodio. Non si raccomanda l’utilizzo di detersivi aggressivi nè tantomeno di pulitura in lavastoviglie, in quanto andrebbe a causare danni all’utensile in bamboo.

Al fine di ovviare la formazione di muffa nella vaporiera in bamboo, bisogna che venga pulitura successivamente a qualsiasi uso e aspettare che si asciughi in un ambiente non umido. Antecedentemente al posizionarla assieme agli ulteriori dispositivi di cucina, bisogna pazientare che sia totalmente asciugata.

Nel caso in cui dovesse essere già stato fatto il danno, vi è un trattamento che permette di eliminare totalmente la muffa. Dunque, porla nell’acqua rovente con aceto e bicarbonato e sfregare i lati con accortezza facendo utilizzo di una spugna per piatti. Antecedentemente all’utilizzo, si raccomanda di decontaminarla con il vapore per 10 minuti.

Tempi e indicazioni di cottura

La cozione a vapore risulta far parte delle metodiche di cozione maggiormente peculiari della cucina cinese.

Vengono adoperati dei cestelli di bamboo posti uno su l’altro in modo che risulti possibile la cottura di 4/5 pietanze al medesimo tempo. Le pietanze che hanno bisogno di un tempo di cottura maggiore devono essere poste inferiormente, accanto all’acqua che bolle. Il vapore sviluppatosi si propaga verso i cestelli sottoponendo a cottura gli alimenti e non modificando le proprietà nutritive e i gusti degli alimenti.

Nel caso in cui non si dovessero avere dei cestelli, risulta probabile usare il Wok, posizionando sulla bordatura una griglia che solitamente tende ad essere acquistata assieme al Wok medesimo, e adoperando il medesimo coperchio dalla forma particolare, conferisce la possibilità di riutilizzo del vapore. Dunque, riempire il Wok con acqua permettendo dunque di raggiungere 1 cm dalla griglia metallica. Far bollire l’acqua, dunque rimuovere il coperchio e poggiare sulla griglia la carne, il pesce oppure le verdure.

Porre nuovamente il coperchio e comprendere correttamente le tempistiche di cottura. Le ricette solitamente conferiscono soltanto delle informazioni, quali:

  • 3-5 minuti per le verdure
  • 10-15 minuti per il pesce

Soltanto il continuo utilizzo, tuttavia, consentirà di avere la corretta misurazione del tempo di cottura, il quale risulta differente in base agli alimenti, alla consistenza e alla grandezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here