Vibratore: come scegliere quello giusto e come usarlo

Vibratore: come scegliere quello giusto e come usarlo

Vibratore, ne hai già sentito parlare ma non l’hai ancora provato? Ebbene sì, stiamo parlando di vibratori! Molte donne hanno in loro possesso questo piccolo giocattolo, tra cui la famosa anatra vibrante, che dà loro un forte piacere e talvolta anche l’orgasmo.

Tuttavia,  sono molte le donne ancora riluttanti nel fare il passo e acquistarlo, sia per l’imbarazzo che per la vergogna. Ma come si dice, non c’è vergogna a divertirsi! Quindi, per coloro che decidono di acquistare un vibratore, ecco alcuni suggerimenti per sceglierlo e  utilizzarlo in modo ottimale, sia da sole che in coppia.

Indice Pagina

Come scegliere il vibratore giusto

Tutti abbiamo sentimenti, emozioni, diversi luoghi erogeni. È per questo motivo che è consigliabile trovare il vibratore che soddisfi perfettamente le proprie aspettative. Ma tranquille, ce ne sono di tutti i tipi, alcuni dedicati ai principianti e altri indicati per i più  esperti.

Il vibratore  proiettile

A proposito di principianti, ecco il vibratore perfetto per iniziare senza intoppi. Le sue saranno anche piccole dimensioni ( e sappiamo bene che a volte importa poco), ma il suo grande potere di stimolazione del clitoride è in grado di regalare un piacere intenso. Per iniziare, questo mini vibratore è abbastanza adatto perché è facile da maneggiare e si trova ad un prezzo molto conveniente.

Il vibratore classico

Non è necessario presentare la copia esatta di un pene, ma i sextoy, per le dimensioni possono variare in base al piacere desiderato. Alcuni sono più simili alla forma di un pene, un classico che svolge bene il suo lavoro con una estremità affusolata che può stimolare le zone erogene. È adatto anche per i principianti e consigliato a chi è al proprio esordio.

La bacchetta magica

E’ un vibratore conosciuto e acclamato,in quanto offre orgasmi molto intensi, le cosiddette “bacchette magiche” hanno la caratteristica di essere più lunghe e sono dotate di una testina potente. È abbastanza popolare tra le “donne del clitoride” perché è in questo luogo specifico che di solito viene posto.  Meglio considerarlo dopo aver acquisito maggiore dimestichezza con lo strumento. Certo c’è un piccolo vantaggio da considerare, non occorre  essere nudi per usarlo, fa miracoli anche indossando i vestiti.

Il coniglietto

Forse è  tra i più gettonati, questo piccolo accessorio multifunzione ha due “orecchiette” per stimolare anche il clitoride durante la penetrazione. In effetti, è  come dire “la ciliegina su una torta”, perché? Semplicemente perché aiuta a raggiungere l’orgasmo vaginale e clitorideo. E’ probabile che delizierà un gran numero di donne in cerca di emozioni.

Il vibratore per il punto G

Questo è in qualche modo generato allo stesso modo del classico vibratore, con la differenza che la sua punta è inclinata per raggiungere la parete frontale della vagina dove si trova il famoso punto G.

Come usare un vibratore

E’ arrivato il momento di esercitarsi. Come precedentemente affermato, ogni donna ha sentimenti diversi. È necessario innanzitutto testare le diverse parti che portano al piacere di trovare quello che soddisferà di più. Questo può essere fatto posizionando, ad esempio, il vibratore sul clitoride o sulle labbra, variando anche la velocità della vibrazione. I modelli di oggi, hanno molteplici funzioni per soddisfare le aspettative dei suoi grandi seguaci: velocità, pressione, modalità… sta a voi scegliere  per dare libero corso ai vostri desideri.

Il vibratore è noto per essere gestito da soli, ma non dobbiamo dimenticare che può essere utile e divertente se viene utilizzato nella coppia. È del tutto possibile, ad esempio solleticare i testicoli del proprio partner con un vibratore, o viceversa, stimolare il clitoride per un orgasmo combinato durante una penetrazione. Il vibratore può ritardare l’orgasmo, abbassandone la velocità o la pressione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here